Ripristino del volume dell’osso perso-augmentazione

Per inserire l’impianto con succeso è necessario avere un volume soddisfacente di osso nella mascella. La perdita dei denti spesso comporta la perdita di osso. Con l’innesto osseo è possibile ripristinare il volume dell’osso perso. Questo è necessario per la riabilitazione implanto-protesica per i pazienti che vogliono denti piacevoli e funzionali sugli impianti o per motivi puramente estetici. L’aumentazione ossea è il processo di ricostruzione dell’osso grazie al trapianto del proprio osso o all’inserimento di osso artificiale. Questi incrementi di osso si possono effettuare sia contemporaneamente all’intervento implantare che prima di inserire l’impianto (Rigenerazione Ossea Preimplantare). Esistono diversi metodi del trapianto e dell’inserimento dell’osso e sarà il dentista a decidere in base alla quantità e alla posizione dell’inserimento dell’impianto quale sia il metodo migliore. Dopo l’integrazione ossea bisogna attendere da 4 a 9 mesi prima di inserire gli impianti.

integrazione-ossea1
integrazione-ossea2

Esistono più metodi di integrazione ossea, e quale sarà usato deciderà il chirurgo stesso, dipendendo dal volume dell’osso perso e dal numero degli impianti pianificati..

Contattateci

Di solito l’osso naturale si trapianta dal mento o dall’ultima parte della mascella inferiore. Raramente si può trapiantare l’osso dal fianco o dalla gamba se non esiste abbastanza osso sui posti primari. Nella mancanza dell’osso si possono utilizzare anche i materiali di origine animale o artificiale (sintetici). I materiali sintetici stimolano le cellule nel corpo a trasformarsi in tessuto osseo.

Integrazione ossea

Vi piace il nostro sito? Condividetelo con i Vostri amici!

Vi preghiamo di mandarci le vostre domande e i vostri desideri. Se volete saperne di più non esitate a contatarci!

Vi manderemo la risposta al più presto possibile.


Tipo di file permessi: doc,pdf,txt,gif,jpg,jpeg,png.
Dimensione massima del file: